Arti plastiche

Bocar Niang

Bocar Niang

2022-2023
2022-2023

Bocar Niang è nato griot in una famiglia di griot nel 1987 a Tambacounda in Senegal. Ha conseguito un master in arti e culture all’Università Cheikh Anta Diop di Dakar e alla Scuola nazionale superiore d’arte di Paris-Cergy. Attualmente, sta lavorando a una tesi di ricerca e creazione artistica nell’ambito del programma di dottorato RADIAN.

Fondatore del Museo Griot in Senegal e delle sue succursali in Francia, Bocar Niang è direttore artistico del Festival Tamba Jeunes Talents in Senegal dal 2008 e del Nekalante Festival in Francia dal 2018.

Il suo lavoro combina oralità, installazione, scrittura, scultura, film, video e musica. È stato presentato al Centre Pompidou, al Palais de Tokyo, alla fondazione Ricard, alla Biennale di Dakar, alla Biennale di Cenon e al Ygrec-Ensapc.

Il progetto che seguirà a Villa Medici si articola in due parti: in un primo momento, la realizzazione di performance orali e installazioni sonore volte a sviluppare le narrazioni di oggetti, di opere e a rafforzare i rapporti tra individui, mobilità, contesti e territori attraverso letture plurilingue, podcast, declamazioni di scritti e creazione di opere sonore sulle collezioni, i paesaggi e le leggende di Villa Medici e della città di Roma.

In un secondo momento, si concentrerà su una serie di sculture intitolata Baby foot, composta da 44 disegni e modelli di individui. I personaggi che compongono la serie di sculture provengono dalla Francia, dall’Italia (tra cui figure emblematiche quali Plinio il Vecchio, Ferdinando de’ Medici, Michelangelo e Giovanni Boccaccio), dall’Africa e dal resto del mondo.

 

© Bocar Niang